La pizza di scarole, il rustico napoletano della Vigilia di Natale.

La pizza di scarole, a pizz e scarol in dialetto napoletano, è il rustico tradizionale che la mia città mangia a pranzo la vigilia di Natale o all’ultimo dell’anno.

Come tradizione vuole, le vigilie sono di magro, non si mangia carne nè a pranzo nè a cena. Questo rustico, essendo farcito quasi interamente di vedura, è quindi considerato un pasto magro e perfetto per la vigilia.

In realtà è uno dei piatti principali della cucina napoletana, è così buona che la si prepara spesso a casa per cena.  Inoltre puoi trovare la pizza di scarole  nelle pizzerie ed in molti ristoranti, dove viene servita tra gli antipasti.

Ci sono due versioni della pizza di scarole, la differenza è nell’impasto:

  • pasta di pane
  • pasta brisè

Nei forni, nelle pizzerie, nelle rosticcerie, questo rustico lo trovi sicuramente con un impasto di pane, mentre nei bar e nei ristoranti è molto più semplice che troverai una pasta brisè come cornice del ripieno di scarole.

Questa è la versione con la pasta brisè, c’è niente da fare, ho la passione per il burro io 😀 ma puoi sostituire l’impasto con della pasta di pane o pizza, sarà fantastica ugualmente 😉

pizza di scarole

Pizza di scarole napoletana

Ingredienti per uno stampo di cm 26

Per l’impasto

  • 500 gr di farina 00
  • 200 gr di burro
  • 2 tuorli
  • un cucchiio di zucchero
  • un po’ di sale
  • un po’ di latte fino a rendere l’impasto omogeneo

Per il ripieno

  • 2 scarole
  • olive nere 100 gr
  • capperi 30 gr
  • uva passa e pinoli q.b.
  • olio extravergine di oliva
  • uno spicchio di aglio
  • sale
  • un tuorlo per spennellare la superficie della pizza

rustico con scarole

Procedimento per il rustico con scarole

  1. Lessa le scarole, mettile a colare e lasciale raffreddare.
  2. Intanto prepara l’impasto mescolando con le dita il burro, il sale e la farina. Quando l’impasto sarà tipo sabbia bagnata, aggiungi i tuorli, lo zucchero ed il latte poco per volta, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
  3. In una padella soffriggi l’aglio con l’olio, aggungi le olive nere ed i capperi, aggiungi la scarola ben scolata, l’uvetta ed i pinoli.
  4. Sala e lascia cuocere a fiamma vivace per far asciugare bene la scarola.
  5. Lascia raffreddare la scarola, stendi metà dell’impasto e mettilo in una teglia.
  6. Farcisci con la scarola e ricopri con l’altro impasto steso.
  7. Incolla bene bene i bordi facendo una pressione con le dita, spennella con tuorlo sbattuto ed inforna a 180° per circa 45 minuti.

Prova anche la versione con la pasta sfoglia : parigina con scarole 😉 e se proprio le adori le scarole, non puoi non assaggiare fagioli e scarole!

Print Friendly, PDF & Email
Tags from the story
More from sciuesciue

Pennette brille

Queste sono le pennette brille della mia mamma 😀 Un piatto molto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *